Miss-Pelling Heart

Cronache di un cuore dislessico

Canto n. 29 – Follow your Hurt

Immagine

 

So let’s pack our bags and let’s go to the desert

and I’ll bring my heart before it’s gone gone gone

Well it’s birthday morning and my head is sore
This drinking business doesn’t make you appear

But I’ll keep on trying till my pen runs dry, yeah
Cos you are the best and you don’t even have to try

Could I love you?

Leave a comment »

Canto n. 27 – I’m still wearing your smell

Mi auguro solo di non vederti mai più, tu e le tue bugie. Nemmeno nei miei sogni.

You took my hand in yours
Fed me lies and locked the doors
Showed me thruths I never saw
Now I’m looking through you

You stuck the will from my soul
Leave me naked in the cold
Tie the noose around my neck
Can’t you see I’m not dead yet
But I’m working on it

Leave a comment »

Fear less, love more

Dimmi dimmi dimmi noi
che c’entriamo
stringimi le mani dolcemente
fammi sentire meno solo
meno solo

dimmi dimmi dimmi quando tornerà il sereno
stringimi le mani forte
che ora andiamo
ora andiamo
e dove non si va
andremo

(R. Angelini, Fiorirari)

Leave a comment »

Canto n. 21 – The woodpile (Play me, I’m yours)

Play me, I’m yours.

Won’t you come and break down this door?
I’m trapped in an abandoned building
Come find me now, where I hide and
We’ll speak in our secret tongues

 

 

Musicislove

hugs&love

2 Comments »

Canto n. 20 – Love Be Brave

Abbracciami, buio, oscurità confortante, calore avvolgente.

Liberami, lasciami andare, non ho bisogno di te.  Lascia che mi abbandoni a questa vita, sulla sua ruota incessante. Fammi danzare, danzare, danzare, senza pensare a nulla. Fammi accogliere la luce.

Luce, accecami, dissetami.

Vita, fammi bere fino all’ultima goccia della tua pozione, inebriami. Fammi danzare, danzare, danzare. Fammi gioire della tua gioia, fammi giocare al tuo gioco.

Danza, danza frenetica, portami altrove. Dove nessuno possa trovarmi.

Fammi volare via…

 

 

In a world you can’t get lost in
I find my way to him
I am purpose and regret
You’re a feeling I’ll forget
What will I do then?
How did I sleep at night
With you far from my side?

 

 

Music is love.

Leave a comment »

Canto n. 17 – Balli o resti a guardare?

Vedo le cose dall’altra sponda del fiume, dove l’acqua è più cheta. Sono serena, respiro l’aria pregna dell’odore di terra umida ed erbacce selvagge. Guardo il cielo, imponente, carico di nuvole: sembrano pesare come macigni, potrebbero crollarmi in testa da un momento all’altro. Eppure c’è un senso di leggerezza, di elettricità. E’ un’attesa, carica di entusiasmo, per qualcosa che sta per succedere, ma non si sa cosa sia né quando accadrà. Questo è il momento più bello, stare in equilibrio su un filo in tensione. Vorrei urlare, da sopra quei nuvoloni grigi. Potrei scagliarmi come fulmine in qualsiasi momento, in un qualsiasi punto.

Manuele Fior – L’intervista

Sono sconvolta, completamente sopraffatta da una valanga di vita, di amore, di libertà e di gioia. Sento il calore e l’affetto di milioni di persone attorno a me, come un gigantesco abbraccio. Sono emersa dal fango, sopravvissuta alla tormenta.

Notti insonni, incubi, nodi irrisolti, rospi non digeriti. Pensieri che affollano la mia mente e girano incessanti come un vinile strisciato. Una spirale di ossessioni che sembrava non avere via d’uscita: tutto questo è distante, un puntino lontano. E assume un senso, ancora misterioso, in questa assurda e meravigliosa costellazione.

 

Manuele Fior – L’intervista

Ora, se devo farmi travolgere nuovamente so che sarà bellissimo: in ogni caso, comunque vada. Anche se piove sempre, fa un freddo tremendo e ho l’influenza, anche se dovrò inghiottire altre mille quintalate di veleno e versare altri mille litri di lacrime, anche se andrà quasi tutto storto e mi sentirò presa in giro da molte altre persone, ora… Ora mi sveglio al mattino e amo…amo la vita. (Oh life! I love you to my bones)!

E’ retorico? Non m’interessa.

Io mi ci tuffo, a piè pari.

Life is music, music is love.

MissPelling

“allora, che fai?

balli o resti a guardare?

non farti pregare.. 

e poi d’un tratto, siamo fuori di qua

all’aria 

recuperiamo vigore, dal sole

e siamo soli io e te 

che ci sentiamo soffocare

in questo mare 

di cazzate

di stronzate”..

Leave a comment »

Ostaria Dai Kankari

_ Via Fossa Donne, 93 _ Marano di Mira (VE) _ Tel. 041 47 95 94

purtroppo

Quello che leggi qui è tutto autobiografico. Soprattutto le cose inventate.

Cartoline da Atene

Just another expat's blog

TheReporterandTheGirlMINUSTheSuperMan!

Personal blog, interracial relationships, dating, author, BWWM,

Tramedipensieri

Lo scritto non arrossisce.

Yarn & Spices

Cooking and crochet, not quite by the book.

miss crosstitch's Blog

Street embroidery

indie sto cazzo.

tutto quello che vi siete persi mentre eravate presi ad ascoltare quelle merde degli XX

%d bloggers like this: